I collegamenti del legno

Versione stampabileInvia per e-mail

Il cuore delle strutture in legno XLAM sono i collegamenti metallici.

Durante il terremoto la casa è sottoposta a delle accelerazioni e quindi a delle forze, dovute al movimento del terreno. La sperimentazione ha dimostrato che maggiore è la capacità di deformarsi e di "dissipare energia" di una struttura, minori sono le forze che devono contrastare.

Il legno ha un comportamento "fragile", cioè non ha grandi capacita di dissipazione dell'energia, arriva a rompersi in maniera brusca una volta raggiunta la sua massima resistenza. Le connessioni, invece, durante un evento sismico si deformano andando ad incassare tutta l'energia rilasciata dal terremoto. Sono queste deformazioni e il comportamento scatolare della struttura in legno della casa che permettono alla casa in legno di resistere alle azioni del terremoto.

Da qui, di conseguenza, ne risulta che i collegamenti devono esser opportunamente dimensionati in modo da deformarsi della giusta quantità per assorbire l'energia rilasciata dal terremoto.

Nella casa in legno, i collegamenti principali sono di due tipologie:

  • hold down: collegamenti che contrastano il ribaltamento della parete
  • viti a croce: che collegano le pareti in XLAM al cordolo in larice e che contrastano lo scorrimento in orizzzontale del pannello
  • chiodatura dei settori di parete per contrastare lo scorrimento relativo tra le due pareti.

La bibliografia riguardo i collegamenti è piuttosto completa, per una visione completa e scientifica della progettazione di case in legno si consiglia il libro: "Edifici a struttura in legno" degli ing. Follesa, Lauriola, Maione, Moschetto....

Questi contenuti sono volutamente nascosti a chi non ha effettuato l'accesso al sito.

PROFILO FACEBOOK

Studio Next

Cod. Fisc. BRGCST81H15B157J - P.I. 03127280984

Sito realizzato daTrust On Web