Le 10 domande più frequenti sulle case in legno

Versione stampabileInvia per e-mail

le case prefabbricate in legno sono il futuro dell'edilizia, Studio NEXT ci crede ma ecco i dubbi che attanagliano la maggior parte delle persone.

Ecco un elenco delle domande più frequenti che ci vengono poste da clienti Italiani e Bresciani:

  1. Le case prefabbricate in legno quanto durano?
    Una casa in legno è pensata, dimensionata e fatta in modo da garantire la stessa durata di una casa in tradizionale, Mediamente la vita di una casa è considerata di circa 50 anni ed è la stessa durata per cui sono pensate le case in legno. Ovviamente come tutte le case necessitano di manutenzione e di esser mantenute in buono stato
     
  2. Quanto costano le case in legno rispetto a quelle in muratura?
    Il prezzo è assolutamente paragonabile, il guadagno si ha in termini di costi della sicurezza del cantiere (ovviamente un cantiere che dura 3 mesi ince di 12 mesi ha un costo inferiore) e un guadagno in termini di tempi di realizzazione,
    Se consideriamo ad esempio una persona che mentre aspetta di costruire la propria casa è in affitto, avere la casa pronta 8 mesi prima significa risparmiare 8 mensilità di affitto che valutate per una media di 600€/mese son già di circa 4.800€
     
  3. Cosa succede in caso di terremoto o vento forte?
    Se progettate da uno studio di ingegneria specializzato nella progettazione di strutture in legno e costruite in maniera adeguata, le case in legno sono assolutamente sicure.
    Il legno di per se è un materiale fragile ma i collegamenti metallici lo rendono in grado di assorbire le energie rilasciate durante un evento sismico.
     
  4. Cosa succede alle case in legno durante un incendio?
    Il legno è un materiale combustibile ma, se opportunamente progettato, ha un ottimo comportamento al fuoco (sicuramente meglio di acciaio e calcestruzzo). Le strutture in elgno sono in grado di garantire resistenze REI 120 senza grandi problemi.
    La progettazione delle case in legno considera il fatto che il legno, durante un incendio, crea uno strato di carbone che proteggerà il resto del legno ancora sano dal fuoco e garantisce anche un ottimo isolamento. Prove effettuate dimostrano che per parete in XLAM di 10cm circa il lato esposto al fuoco è intorno ai 600°C, la stanza a fianco arrivava ad una temperatura di 48°C.
     
  5. Progettare una casa in legno è più veloce?
    A fronte di una costruzione molto rapida e veloce, ovviamente deve esserci un grado di progettazione delle strutture in legno più elevata a monte. Si dovranno definire su carta i passaggi degli impianti, la disposizione dell'impianto elettrico in modo che il cantiere sia rapidissimo e idraulici ed elettriscisti si trovano tutti i passaggi impianti già realizzati e opportiunamente nastrati contro passaggi di spifferi d'aria.
     
  6. Che granzia c'è sulle case in legno?
    La stessa garanzia definita per tutte le altre costruzioni di 10 anni, diffidare da imprese che danno garanzie di 30 anni eprchè poco plausibili.
     
  7. Ci sono incentivi fiscali per chi costruisce una casa in legno?
    Oltre alla classica IVA agevolata per la prima casa, non ci sono altri incentivi fiscali. Sempre più spesso le amministrazioni comunali vedono la casa in legno XLAM come una costruzione ecologica, e se opportunamente progettate per essere in classe A o A+ hanno sconti incisivi sugli oneri di urbanizzazione oltre a possibilità di aumenti di volumetria.
    Avere uno studio di progettazione per le case in legno XLAM, che conosce bene l'argomento permette di snellire le pratiche comunali, avere più possiblità di edificare in ambienti "ostici"e ottenere tutte le agevolazioni del caso.

Questi contenuti sono volutamente nascosti a chi non ha effettuato l'accesso al sito.

PROFILO FACEBOOK

Studio Next

Cod. Fisc. BRGCST81H15B157J - P.I. 03127280984

Sito realizzato daTrust On Web